Bonus "prima casa under 36": le regole

Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per gli atti stipulati nel 2024

Data di pubblicazione:
24 Giugno 2024
Bonus "prima casa under 36": le regole

Con circolare 14/E/2024, l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato le istruzioni sul bonus prima casa per chi ha meno di 36 anni: si tratta dell'agevolazione finalizzata a favorire l’acquisto dell’abitazione da parte delle persone più giovani e con Isee non superiore a 40 mila euro, alla luce dell’ultima proroga al 31 dicembre 2024 per coloro che hanno registrato il preliminare entro il 31 dicembre 2023.

Nel documento vengono ricordati i requisiti per beneficiare della misura e fornite le istruzioni sul credito d’imposta riconosciuto a chi ha stipulato prima della proroga.

Da sottolineare che l'Agenzia “apre”, sempre per i contratti stipulati nel 2024 entro il 29 febbraio, all’Isee ottenuto successivamente, purché riferito allo stesso nucleo familiare.

Bonus prima casa Under 36: cos'è

L’agevolazione prevede diversi vantaggi, che si estendono anche all’acquisto delle pertinenze dell’abitazione principale.

In primo luogo, è prevista l’esenzione dal pagamento delle imposte di registro, ipotecaria e catastale e, in caso di acquisto soggetto a Iva, è riconosciuto un credito d’imposta pari all’imposta pagata per l’acquisto. Agevolazioni anche per i finanziamenti collegati all’acquisto, alla costruzione e alla ristrutturazione dell’immobile: non è dovuta l’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative.

Fonte: Omnia del Sindaco

Ultimo aggiornamento

Lunedi 15 Luglio 2024